brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

Passeggiando per Cagliari (2)

Passeggiando per Cagliari (2)

2. Salendo lungo il viale Regina Margherita

Cagliari è una città molto articolata; si sale, si scende, si risale, si riscende.salite e discese

Da via Roma cominciamo a salire lungo il viale Regina Margherita; si proprio lei, Margherita di Savoia, la regina che mangiava il pollo con le dita; la moglie del re  Umberto, salito al trono nel 1878 e morto nel 1900.  Molte strade di Cagliari, che proprio alla fine dell’’800 cambiò il suo look ,sono intitolate a importanti personaggi della casa reale dei Savoia; non per niente il regno dei Savoia prima di diventare regno d’Italia era regno di Sardegna!

Dopo aver fatto le scalette che dalla darsena portano al viale,  sulla sinistra, incrociamo la via Cavour; qui si apriva una delle porte del quartiere, la porta del Gesù; resti non ve ne sono se non nel ricordo degli antichi scrittori.via cavourAndiamo avanti: come potete notare si tratta di un viale dalla pendenza non indifferente, di quelli che si fanno buttando il tronco in avanti , ma non avete idea di come sia fantastico farlo in discesa, soprattutto quando avete un’età compresa tra i sette e i dieci anni e, se non vi vede nessuno, anche quando siete un po’ più grandetti!

Infine facciamo una piccola sosta davanti alla cosiddetta Scala di Ferro: si tratta di un fabbricato costruito nella seconda metà dell’Ottocento sul bastione di Nostra Signora del Monserrato, ultimo avanzo visibile oggi di quelle che furono le mura del quartiere; bastioni della scala di ferrovarie sono state le destinazioni d’uso fino all’ultima, quella di albergo, uno dei più rinomati di Cagliari durante tutto il Novecento. Fu acquistato nel 1961 dalla catena del Jolly Hotel che però lo chiuse anni dopo. È rimasto abbandonato per anni prima che l’amministrazione riuscisse a portarne avanti il restauro. 

Finalmente ci siamo: davanti a noi in tutta la sua imponenza si presenta il Bastione; ma c’è una piazzetta, piazza Regina Margherita,

il bastione di san Remy 1

sediamoci un attimo e riposiamoci perchè la salita non è finita.

m.p.